Il cibo super processato sopravviverà al 2024?

La trasformazione degli alimenti è ovunque. La stragrande maggioranza degli alimenti che mangiamo è stata sottoposta a un qualche tipo di lavorazione, in fabbrica o a casa.

Può trattarsi di semplici operazioni come tritare, congelare, riscaldare, fermentare o aggiungere ingredienti funzionali. Anche se non c'è nulla di sbagliato negli alimenti trasformati in quanto tali, molti dei prodotti alimentari che acquistiamo sono altamente o eccessivamente processati. E questo cambia le cose.

Le discussioni sugli alimenti confezionati fanno sì che le persone prestino maggiore attenzione agli ingredienti, alla nutrizione e al modo in cui gli alimenti vengono prodotti. L'industria alimentare e delle bevande sta effetuando maggiori controlli sulle modalità di lavorazione dei propri prodotti. Il cibo super processato potrebbe essere definito il nuovo cibo spazzatura? Forse...

 

Il 2024 sarà un anno di cambiamenti

Nel 2024, i consumatori impareranno a conoscere le modalità di lavorazione degli alimenti attraverso notizie, regolamenti ed etichette come NOVA o Siga. Questo farà riflettere le persone su quanto consumano cibi e bevande processati. Inoltre, riconsidereranno la frequenza con cui consumano prodotti processati.

Gli alimenti fortemente trasformati devono affrontare delle sfide, ma esistono grandi opportunità per gli alimenti e le bevande leggermente trasformati. Questi prodotti enfatizzano i benefici della lavorazione, come il miglioramento della nutrizione, la riduzione dei contaminanti e la promozione della sostenibilità. Gli alimenti e le bevande leggermente trasformati hanno il potenziale per prosperare nel mercato attuale.

 

La comunicazione è fondamentale 

Un buon livello di lavorazione non è sufficiente per essere riconosciuti come un'opzione sana. I marchi dovranno trovare il modo di spiegare cosa vendono, cosa contengono e come vengono prodotti. Siate trasparenti e iniziate a usare un linguaggio comprensibile per i consumatori, soprattutto quando condividono i benefici della lavorazione. I marchi che offrono prodotti processati al minimo, come i prodotti surgelati, i prodotti da forno freschi e le zuppe naturali in scatola, devono spiegare come la trasformazione migliora i loro prodotti, ad esempio migliorando la nutrizione, aumentando la durata di conservazione o riducendo l'impatto ambientale.

La sfida è molto più ardua. Come è stato dimostrato nei mercati in cui l'etichettatura frontale indica un elevato contenuto di grassi, zuccheri e sale, fornire ai consumatori maggiori informazioni non li porta necessariamente ad abbandonare specifiche categorie di alimenti e bevande, in particolare i prodotti preferiti come snack salati, biscotti e dolciumi.

Cosa ci riserveranno i prossimi anni?

Gli alimenti ultra-lavorati sopravviveranno al 2024, non c'è dubbio, ma che dire degli anni a venire? Una maggiore trasparenza sulla lavorazione creerà acquirenti più informati nel giro di 2-5 anni. Automaticamente, le vendite e l'assunzione di prodotti alimentari altamente processati diminuiranno.

Alcuni marchi di alimenti e bevande ultra-lavorati troveranno l'opportunità di sviluppare versioni meno elaborate e "migliori per te" dei loro prodotti. Altri marchi non troveranno soluzioni adeguate. Per loro vale il detto: solo i forti sopravvivono! Se si tratta di un marchio potente con una grande fanbase, i consumatori continueranno ad usare moderazione o a fare eccezioni occasionali nella loro dieta per il loro marchio ultra-lavorato preferito.

Tuttavia, la concorrenza sarà dura. I prodotti poco elaborati che vantano un valore nutrizionale più elevato conquisteranno un maggior numero di consumatori. I consumatori e i rivenditori sosterranno i prodotti che durano più a lungo e che non necessitano di refrigerazione o congelamento a causa delle preoccupazioni per i costi energetici.

Le persone vogliono cibi più naturali e meno elaborati. Sono più disposti ad acquistare prodotti che utilizzano ingredienti sani che prima sarebbero stati sprecati. In futuro, sempre più persone vorranno mangiare e bere cibi meno elaborati. Questi alimenti saranno realizzati con ingredienti riciclati e ricchi di sostanze nutritive.

 

Siete pronti? 

Il 2024 avrà le sue sfide, ma sono relativamente piccole rispetto a ciò che il futuro ci riserverà. Sfruttate questo tempo per sperimentare ed innovare.

Da oltre 30 anni Naturis innova per far sì che mangiare più sano sia più facile. Siamo pronti a diventare il vostro partner per gli ingredienti processati il meno possibile. Qualunque sia la vostra domanda, abbiamo una soluzione meno elaborata. La domanda è: siete pronti?

 

Condividi questo :
Facebook
Twitter
LinkedIn

Notizie in primo piano

Categoria

Ottenere una promozione e tenersi aggiornati

Richiedi maggiori informazioni